Costruirsi. Territorio locale, cittadinanza europea - Comune di Riolo Terme

Skip to main content
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / ARCHIVIO NOTIZIE / Costruirsi. Territorio locale, cittadinanza europea  

Costruirsi. Territorio locale, cittadinanza europea

 
Locandina

“Costruirsi. Territorio locale, cittadinanza europea” è il titolo dell’incontro-dibattito in programma venerdì 22 febbraio, alle ore 18.00, a Faenza, nell’aula 4 di Faventia Sales (via San Giovanni Bosco 1).

 

L’iniziativa, promossa dalla Regione Emilia Romagna, l’Unione dei Comuni della Romagna faentina e il Comune di Ravenna, rientra nel ciclo “Dialoghi per la cittadinanza”, volto a stimolare una riflessione sulla dimensione democratica dell’Unione europea, a partire dal ruolo giocato dal nostro territorio nella storia della costruzione europea – Faenza fu la prima città della nostra regione ad essere insignita del Premio Europa nel 1968 – ma con uno sguardo puntato non tanto al passato, ma al presente e al futuro.

 

L’incontro sarà introdotto dallo scrittore romagnolo Cristiano Cavina. Al dibattito, moderato dal giornalista Davide Buratti, interverranno il sindaco di Faenza e presidente dell’Unione della Romagna faentina Giovanni Malpezzi, il sindaco di Ravenna e presidente Upi (Unione province italiane) Michele De Pascale, Luca Piovaccari, presidente dell’Unione della Bassa Romagna, e il sindaco di Cervia Luca Coffari.

 

Inoltre, Simone D’Antonio intervisterà Patrizio Bianchi, assessore regionale al coordinamento delle politiche europee, formazione, università e ricerca.

 

In un mondo sempre più globale, veloce e interconnesso, le risorse migliori per interpretare il cambiamento si trovano nelle comunità locali. Nel dibattito si parlerà di come continuare a valorizzare le invenzioni, i valori, le specificità, la cultura e le tradizioni del territorio, anche mediante l’utilizzo di nuovi strumenti di promozione.

 

Senza dimenticare che per le amministrazioni locali la costruzione di una cittadinanza europea va ben oltre le logiche di finanziamento dei progetti e si attua a partire dalla costruzione di una buona cittadinanza: propositiva, partecipe e attiva.