In attesa del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze 2019/2020 - Comune di Riolo Terme

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / ARCHIVIO NOTIZIE / In attesa del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze 2019/2020  
Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Delicious Invia per email
 

In attesa del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze 2019/2020

 
immagine

In attesa del nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze 2019/2020

 

A Riolo Terme è tempo di elezioni, ma la campagna elettorale non riguarda gli adulti bensì i ragazzi. Martedì 12 Novembre i ragazzi della scuola Secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Riolo Terme saranno chiamati ad eleggere Sindaco e Consiglio Comunale dei ragazzi.

Lunedì 28 Ottobre nell’Aula Magna della scuola si svolgeranno le presentazioni delle due liste in campo:

“Tutti per Riolo” con candidato Sindaco dei ragazzi - Rossini Luca Classe 2B 

“La Nuova Riolo” concandidato Sindaco - Martelli Luca 2B 

 

Alla presenza dell'Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Riolo Terme Marina Lo Conte, gli alunni esporranno le proprie idee a tutti gli altri ragazzi della scuola e presenteranno i candidati a Sindaco ed a Consigliere.

Quest'anno si affronterà il tema dellalegalitàtra cui: responsabilità individuale e collettiva, rispetto delle regole, solidarietà.

Sono attese le proposte delle liste formulate dai giovani candidati.

Si voterà nella mattinata di martedì 12 novembre, e di seguito si svolgerà lo spoglio. Nel pomeriggio dalle ore 15:00 si proclameranno gli eletti presso il centro di aggregazione "La Baracca".

Come negli anni precedenti, anche quest'anno il percorso sarà seguito dal Comune di Riolo Terme con l'Assessore Marina Lo Conte, dall'Istituto Comprensivo "G.Pascoli", con la collaborazione del Dirigente scolastico, della professoressa Faziani Roberta e dal centro di aggregazione "La Baracca".

Il Consiglio Comunale dei ragazzi ha come principale obiettivo quello di favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita della collettività per sviluppare una maggior coscienza civica, un senso di appartenenza alla comunità e un dibattito democratico su temi di interesse comune, interessando i giovani alla convivenza civile.