Amianto - Comune di Riolo Terme

Skip to main content
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Città / Ambiente / Amianto  

Smaltimento di materiale contenente amianto

Come comportarsi per lo smaltimento di materiale contenente amianto.

Lastre in fibrocemento

Lastre in fibrocemento

L’eternit  (cemento amianto) è un materiale che, quando deteriorato, puo’ diventare molto  pericoloso per la salute se inalato.
Esso può essere presente in lastre piane o ondulate, contenitori di raccolta acqua, canne fumarie, tegole, pannelli e tubazioni.
Tutti i cittadini interessati a rimuovere piccole quantità di cemento amianto possono recarsi all’Ufficio Tecnico comunale dove verranno fornite informazioni sulle norme da adottare per lo smaltimento in totale sicurezza.
Al momento della compilazione della domanda  il richiedente  dovrà presentare una  fattura dell’Igiene Ambientale  relativa al luogo dove si trova l’amianto da smaltire.
La procedura è semplice e senza aggravio di costi,  ma riguarda solo i privati (le imprese sono escluse) e la rimozioni per quantitativi fino a 250 kg all’anno per  abitazione. Per quantitativi maggiori  occorre rivolgersi a  Ditta specializzata con spese a proprio carico.
Con cadenza mensile Hera provvederà al ritiro a domicilio ed al trasporto gratuito presso il sito autorizzato allo smaltimento.
PROMEMORIA PER L’UTENTE

I ritiri degli imballi avvengono l’ultimo giovedì di ogni mese.
L’utente verrà contattato telefonicamente il giorno antecedente al giorno di raccolta dalla ditta incaricata da HERA per concordare l’appuntamento in modo da essere presente al momento dell’operazione. E' quindi necessario lasciare un recapito telefonico rintracciabile al momento della compilazione della richiesta.
SI RACCOMANDA DI:

  • non superare i 250 Kg di eternit altrimenti il ritiro non sarà effettuato, corrispondono a circa mq. 16 - 18.
  • utilizzare gli appositi kit usa e getta non riutilizzabili seguendo le istruzioni allegate agli stessi e smaltirlo insieme all’eternit.
  • trattare il materiale con apposita vernice incapsulante;
  • confezionare l’imballo con nylon robusto ma trasparente (affinché sia visibile  il trattamento) e chiuderlo con scotch e non con fili di ferro.
  • posizionare  l’imballo su pallet resistente,
  • l’imballo va depositato in cortile, comunque al piano terra in luogo facilmente raggiungibile con autocarro dalla ditta che provvederà al ritiro (non al  1°, 2° o 3° piano della casa).

Prima di iniziare i lavori di bonifica, rimozione ed imballaggio è necessario aver ritirato la copia autorizzata della "comunicazione per la rimozione di materiali contenenti amianto" con firma e timbro AUSL, senza non si è autorizzati e si incorrerà nelle sanzioni previste.
Le lastre di amianto non devono essere tagliate o rotte, vanno trattate prima della rimozione e vanno rimosse senza essere frazionate.
E necessario che il lavoro venga eseguito dal proprietario, o chi per lui  e non da una ditta.
È necessario dare preventiva comunicazione dei lavori (cosa si fa e quando) ai vicini e a chi ha aperture che si affacciano nel luogo in cui verrà rimosso l’amianto in modo che possano adottare le eventuali precauzioni che riterranno necessarie.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Amianto - Cos'è, dove si trova, rischi per la salute (dal sito Arpa ER)