Parco della Vena del Gesso - Comune di Riolo Terme

Skip to main content
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / Turismo / Parco della Vena del Gesso  

Parco della Vena del Gesso

Parco della vena del gesso romagnola

Le vallate del Santerno, Senio, Sintria e Lamone che solcano gli Appennini nella parte occidentale della Romagna, sono intersecate, ad una decina di chilometri dalla linea di congiunzione con la pianura, dalla Vena del Gesso Romagnola. È una dorsale di solfato di calcio, variamente cristallizzato e stratificato in imponenti bancate, che affiora per una lunghezza di una ventina di chilometri e con una larghezza che non supera mai il chilometro, attraversando i territori dei comuni di Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice in provincia di Bologna e Casola Valsenio, Riolo Terme e Brisighella in provincia di Ravenna. La formazione gessosa-solfifera, per la sua imponenza e composizione, per la straordinaria varietà della sua morfologia e la tipicità della flora e della fauna, ha inciso nella costruzione del paesaggio che si stende tutt’attorno, influenzando favorevolmente il microclima delle quattro vallate, lasciando anche il segno nella storia e nella vita degli uomini. È una ricchezza naturale e storica che sorprende ed affascina l’escursionista che a piedi percorre i sentieri del Parco. Cominciando da quelli che intersecano i contrafforti da dove si può cogliere il verde e l’ombrosità del versante nord o la luminosa aridità delle banticate del versante sud che, riflettendo il chiarore lunare, erano dette “pietra di luna”. Continuando con i sentieri che si snodano nella dorsale e che dopo ogni svolta o dosso offrono suggestivi scorci della cristallizzazione del gesso; inghiottitoi e risorgenti e spelonche con i segni di antiche presenze umane e profonde grotte ed anche rarità botaniche o la rapida fuga di un selvatico. Senza dimenticare le tracce lasciate dal lavoro e dalla vita degli uomini: abitazioni, resti di insediamenti religiosi e militari o antiche cave di gesso. Ma l’escursione più emozionante è lungo il filo del crinale: un percorso che riempie gli occhi ed emoziona l’animo con la straordinaria ricchezza della Vena e il paesaggio che si apre verso monte e verso valle. Da una parte i crinali verdi-azzurrini si susseguono sfumando sulla linea dell’orizzonte; dall’altra, oltre la fascia bassa delle ragnatele aride dei calanchi, si stende una pianura biancheggiante di case, paesi e città, bordata dalla linea del mare che da qui, per dirla con Tonino Guerra, appare come “una riga lunga e blu”.

Il portale del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola

Gli itinerari turistici e sportivi del Parco

Cartografia Parco (695kB - PDF)

Il Parco regionale Vena del Gesso Romagnola , sul portale Ambiente della Regione Emilia-Romagna

RIFUGIO CARNE': A 5 km da Brisighella, il Rifugio Carnè è il principale centro visitatori del Parco Regionale della
Vena del Gesso Romagnola, aperto tutti i giorni e tutto l’anno.

  • 23.05.2015 - Eventi e manifestazioni
    Festa del Parco

    Si tiene dal 18 MAGGIO all'11 GIUGNO, nell'ambtio della Festa europea dei parchi, la "Festa del Parco regionale della Vena del gesso romagnola".
    Tante iniziative per valorizzare questa preziosa risorsa del territorio.

     
  • 06.05.2014 - Eventi e manifestazioni
    Inaugurazione Grotta del Re Tiberio

    Sabato 10 maggio, nella Rocca di Riolo alle ore 9.30, si terrà l'inaugurazione della Grotta del Re Tiberio.
    Alle ore 15 visita guidata inaugurale nella Grotta.

     
  • 23.09.2013 - Eventi e manifestazioni
    Grotte e speleologi in mostra a Faenza

    Inaugurata presso il Museo civico di scienze naturali di Faenza la mostra "Grotte e speleologi nella Vena del gesso romagnola". Curata dalla Federazione speleologica regionale dell’Emilia-Romagna, la mostra resterà aperta fino al 15 dicembre.