CORONAVIRUS: aggiornamenti. - Comune di Riolo Terme

Vai ai contenuti principali
 
 
 
 
 
 
Sei in: Home / ARCHIVIO NOTIZIE / CORONAVIRUS: aggiornamenti.  

CORONAVIRUS: aggiornamenti.

 

Le attuali misure di contenimento del Coronavirus. Consigli e numeri utili.

emilia_romagna_zona_gialla

Contatti telefonici e modalità di accesso agli Uffici

Sostegno psicologico

Consulenza educativa

Tamponi rapidi gratuiti in farmacia

Vaccini

Per le donazioni

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

MODALITA' DI ACCESSO AGLI UFFICI DEL COMUNE

Alla luce di quanto stabilito dal DPCM del 3 novembre, a partire da lunedì 9 novembre 2020 l'accesso agli uffici pubblici sarà consentito solo su appuntamento.

Chiunque desideri entrare sarà tenuto a indossare la mascherina e dovrà sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea, utilizzando gli scanner posizionati su apposite colonnine agli ingressi.

L’accesso sarà vietato nel caso in cui la temperatura risultasse superiore a 37,5° e a quanti si rifiuteranno di misurarla.

I cittadini che avranno preso appuntamento presso un ufficio dovranno presentarsi all’orario fissato per evitare l’affollamento dei locali e degli spazi dedicati all’attesa.

Vai all'elenco degli Uffici del Comune di Riolo Terme .

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Il Decreto-Legge n. 65 del 18 maggio 2021 introduce modifiche alle misure in vigore, come definite nel DPCM del 2 marzo 2021 e integrate dal Decreto-Legge n. 52 del 22 aprile 2021 .

PRINCIPALI MISURE DEL DECRETO LEGGE N. 65 DEL 18 MAGGIO 2021

Nuove disposizioni valide in zona gialla.

  • Riduzione ed eliminazione graduale del coprifuoco, nelle seguenti modalità:
        – dal 19 maggio al 6 giugno è ridotto di un’ora, rimanendo quindi valido dalle 23.00 alle 5.00;
        – dal 7 al 20 giugno resta valido dalle ore 24.00 alle 5.00;
        – dal 21 giugno è completamente abolito.
  •     Permessa la ristorazione al chiusodal 1° giugno possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18.00, fino all’orario di chiusura previsto dalle norme sugli spostamenti.
  •     Riapertura negozi nei centri commerciali per weekend e festividal 22 maggio gli esercizi presenti nei mercati, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali possono restare aperti anche nei giorni festivi e prefestivi.
  •     Riapertura palestre e piscinedal 24 maggio possono riprendere le attività di palestre, piscine e centri natatori, e, dal 1° luglio, anche le attività di piscine e centri natatori al coperto.
  •     Riapertura centri benesseredal 1° luglio possono riprendere le attività dei centri benessere.
  •     Nuove disposizioni per eventi sportivi aperti al pubblico: il pubblico potrà presenziare dal 1° giugno a tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale) all’aperto e, dal 1° luglio, ad eventi e competizioni al chiuso, nei limiti già previsti dal decreto riaperture (decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52).
  •     Riaprono gli impianti sciisticidal 22 maggio possono riaprire gli impianti di risalita in montagna, nel rispetto delle linee guida di settore.
  •     Ripresa delle attività di sale giochi, scommesse e bingo, e casinòdal 1° luglio sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò possono riaprire al pubblico, anche se stuate all’interno di locali adibiti ad attività differenti.
  •     Riapertura parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi – le attività dei parchi tematici e di divertimento, e dei centri culturali, sociali e ricreativi possono riprendere a partire dal 15 giugno.
  •     Ripresa delle attività nel settore wedding e cerimonie: dal 15 giugno saranno possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, a patto che i partecipanti siano muniti di una certificazione verde covid.
  •     Ripresa dei corsi di formazione in presenza: dal 1° luglio i corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi anche i presenza.
  •     Nuove disposizioni per musei e altri istituti e luoghi della cultura: musei e altri istituti e luoghi culturali possono restare aperti al pubblico a patto che siano in grado di garantire ingressi contingentati e di evitare assembramenti. Per quelli che hanno registrato più di un milione di visitatori nel 2019 nei weekend l’ingresso è possibile solo su prenotazione.

 

Altre disposizioni valide sul territorio nazionale.

    Sono modificati i parametri di ingresso in zona gialla, arancione, gialla e bianca: l’ingresso dei territori nelle zone colorate è determinato prevalentemente in base all’incidenza dei contagi rispetto alla popolazione   complessiva nonché al tasso di occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva.

    Validità delle CERTIFICAZIONI VERDI : la certificazione verde covid-19 per le persone vaccinate è valida per 9 mesi dal completamento del ciclo vaccinale e può essere rilasciata anche al momento della somministrazione della prima dose di vaccino, con validità dopo 15 giorni dalla vaccinazione e fino al richiamo del vaccino.

    Il coprifuoco è eliminato in zona bianca – nelle c.d. zone bianche non sono validi i limiti orari agli spostamenti previsti dal coprifuoco.

.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Il Decreto-Legge n. 52 del 22 aprile 2021 aggiorna le misure in vigore sul territorio nazionale: dal 1° maggio al 31 luglio 2021 si applicano le disposizioni già definite nel DPCM del 2 marzo 2021 come integrate dal DL.

Il DL ripristina le zone gialle a partire dal 26 aprile 2021 econsente gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regionie delle Province autonome che si collocanonelle zone bianca e gialla.

Istituisce la certificazione verdeper gli spostamenti da e verso zone arancioni o rosse.

L'Ordinanza del Ministero della salute del 23 aprile 2021 (440.73 KB), assegna l'Emilia-Romagna alla zona gialla da lunedì 26 aprile 2021.

Resta in vigore il sistema di classificazione delle regioni per fascia di rischio. Le regioni possono, con propria ordinanza, prevedere ulteriori restrizioni in aree di particolare criticità.

 

PRINCIPALI MISURE DEL DECRETO LEGGE N. 52 DEL 22/04/2021

  • SPOSTAMENTI
    Permane lo stop agli spostamenti serali dalle ore 22:00 alle ore 5:00 del giorno successivo, se non “per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute”. 
  • VISITE
    Dal 26 aprile al 15 giugno inzona gialla è possibile recarsi una volta al giorno verso un'abitazione privatain 4 adulti,  eventualmente accompagnati da minorenni (non c'è più il vincolo che siano minori di 14 anni) sui quali esercitino la responsabilità genitoriale,o da persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.
  • SCUOLA
    fino alla conclusione dell’anno scolastico 2020-2021, è assicurato in presenza sull'intero territorio nazionale lo svolgimento deiservizi educativi per l'infanziae dellescuole di ogni ordine e grado, comprese le superiori. Inzona giallal’attivitàin presenzaè garantitadal 70 al 100%.
  • BAR E RISTORANTI
    in tutto il territorio nazionale è sempre consentita, indipendentemente dal colore, la consegna a domicilio (senza limitazione di orario) e l'asporto (fino alle 22). Non ha limiti, inoltre, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai clienti ivi alloggiati.
    Dal 26 aprile in zona gialla bar e ristoranti sono aperti a pranzo e cena con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto.
    Dal 1° giugno l'attività di ristorazione potrà svolgersi anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle 5 alle 18.
  • ESERCIZI AL DETTAGLIO
    in zona gialla i negozi al dettaglio sono aperti senza limitazione di giorni o orari, nel rispetto dei protocolli. Quanto ai centri e parchi commerciali, mercati e simili resta in vigore la chiusura nei giorni prefestivi e festivi dei negozi che non vendono beni di prima necessità.
  • MUSEI, SPETTACOLI, MANIFESTAZIONI SPORTIVE
    Dal 26 aprile riaprono in zona gialla musei, mostre e i parchi archeologici, ma nel fine settimanasi può andare solo su prenotazionecon almeno un giorno di anticipo.
    Dal 26 aprile in zona gialla riaprono cinema, teatri, sale concerto, live club e locali simili, anche all'aperto. L'attività si svolge esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. La capienza consentita è fino al 50% di quella massima autorizzata, con il limite di 1.000 spettatori per gli spettacoli all'aperto e 500 per quelli in luoghi chiusi.
     Disposizioni simili varranno dal 1° giugno per le competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale con provvedimento del Coni e/o del Comitato italiano paralimpico. La capienza consentita è fino al 25% della massima autorizzata. È possibile anche prima del 1° giugno autorizzare eventi sportivi di particolare rilevanza.
  • SPORT E ATTIVITA' MOTORIA
    dal 26 aprile inzona giallaè consentito losvolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inzona gialla dal 15 maggio riaprono le piscinecon attività all’aperto e,dal 1° giugno, le palestre.

 

Per ulteriori informazioni

Le misure regionali in vigore

Le misure adottate dal Governo

 

Ricordiamo le buone prassi per una corretta prevenzione...

Come comportarsi

Lavarsi spesso le mani: si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre farmacie, supermercati e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

Evitare il contatto ravvicinato (meno di 2 metri) con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute (tosse, raffreddore, febbre).

Non toccarsi occhi, naso, bocca con le mani.

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce e poi lavarsi subito le mani.

Non prendere farmaci antivirali nè antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcool.

Domande frequenti - link al sito della Regione

Per informazioni: numero Verde 800.033.033

 

In presenza di sintomatologia

Si raccomanda di non recarsi al Pronto Soccorso nel caso in cui si ritenga di avere sintomi legati alla presenza del virus. Rivolgetevi al vostro Medico di Medicina generale per avere maggiori informazioni o chiamate il numero 1500 del Ministero oppure la propria Ausl di residenza (nella pagina del collegamento, tutti i recapiti). In caso di urgenze, naturalmente, rimane sempre attivo il 118.

Vedi anche: www.auslromagna.it/come-fare-per/sintomi-sospetti-contagio-covid-19

 

Per ulteriori informazioni

http://www.governo.it

http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

https://www.regione.emilia-romagna.it/

https://www.auslromagna.it/

http://www.prefettura.it/ravenna/contenuti/Covid_19_nuovo_coronavirus-8541296.htm